Il documento “Esigenza di una Formazione specifica per l’Acquisizione di Competenze Relazionali in contesti di vulnerabilità, nelle decisioni terapeutiche condivise e nelle cure palliative” (EFACR) nasce come esito di una riflessione avvenuta durante il congresso internazionale “Learning from suffering and dying”, caratterizzato da una marcata interdisciplinarità. Studiosi, specialisti e ricercatori di diversi ambiti interessati al tema del morire si sono confrontati su diversi aspetti della sofferenza che la morte comporta e sulle strategie sociali volte a supportare tale condizione ineludibile rispetto alla quale tutti e ognuno sono prima o poi chiamati a confrontarsi. Dalla discussione è emersa la consapevolezza che, sebbene molte professioni siano specializzate in tal senso, di fatto è ancora molto carente la competenza di base relativa alla dimensione più squisitamente relazionale, la quale richiede l’acquisizione di saperi che attraversano ambiti monto complessi dell’area che gravita sul perno individuo-società. EFACR intende dunque invitare i professionisti implicati nella relazione con chi si trovi in condizioni di fragilità che comportano a qualche titolo la morte a creare spazi di formazione appositi, di carattere esperienziale e formativo in senso stretto, interamente centrati sul costrutto di capacità (skill) relazionale.

Documento prodotto da un gruppo ristretto di partecipanti al Congresso internazionale DDD-16 “Learning from suffering and Dying”:

Franca Benini, Guidalberto Bormolini, Andrea Bovero, Simona Cacace, Ciro De Vincenzo, Santo Di Nuovo, Vincenzo Durante, Lea Ferrari, Enrico Furlan, Gino Gobber, Cristina Marogna, Elena Pariotti, Mariassunta Piccinni, Egidio Robusto, Anna Santini, Teresa Maria Sgaramella, Ines Testoni, Marco Tineri, Felice Damiano Torricelli, Roberta Vecchi, Alberto Voci.

Referente: Ines Testoni ines.testoni@unipd.it